.
Annunci online

al di sotto dei livelli di Maslow
impiegato allo sportello
post pubblicato in Livelli di Maslow, il 13 febbraio 2007
- buongiorno, dovrei fare il cambio di residenza
- è mai stato a Roma prima di adesso?
- come turista...
- intendo come residenza?
- no, mai risieduto a Roma prima di adesso
- non è vero! qui risulta che si è sposato Roma
- si ma non ero residente
- pero' risulta iscritto all'anagrafe
- ah non lo sapevo
- anche sua moglie risulta iscritta all'anagrafe!
- sa com'è.. ci siamo sposati insieme...



permalink | inviato da il 13/2/2007 alle 16:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Risorse Umane
post pubblicato in Livelli di Maslow, il 20 settembre 2005
L. è una signora biondina, abita dalle mie parti e lavora in una piccola azienda. Appartiene alla categoria delle impiegate disperate. Lavora molto, guadagna poco e ha un segreto da nascondere: manda curriculum in giro.
Il suo cv è arrivato alla XYZ s.p.a. che si occupa di import-export. Il posto che si è liberato è nella contabilità, ma in realtà dovrebbe fare la segretaria/contabile/receptionist/filtrotelefonico/barista/ufficiostampa. Quella che nei paesi anglosassoni è definita una "90degrees position".
In ballo c'e' la prestigiosa cifra di 700 euro netti (contratto semestrale a partita iva rinnovabile di 6 mesi in 6 mesi), che togliendo affitto e bollette è un'ottimo stipendio per una donna che si vuole mettere a dieta.
Ha sostenuto 2 colloqui. 2 colloqui con la stessa persona, 2 colloqui di 90 minuti ciascuno (90, numero ricorrente...)
Al termine del secondo colloquio si è sentita dire: "mi scriva una email, mi dica quali sono le sue aspirazioni e le sue motivazioni. Sarebbe un'occasione per poterci conoscere meglio !"



permalink | inviato da il 20/9/2005 alle 16:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
Ultimo giorno
post pubblicato in Livelli di Maslow, il 29 dicembre 2004
Oggi è l'ultimo giorno qui. P. mi ha appena raccontato del suo ultimo giorno dove lavorava una volta. Era sottoposta a mobbing da un collega che la maltrattava quotidianamente. Quando si licenzio' (per evitare l'esaurimento nervoso) i colleghi le fecero un regalino e nelle firme del bigliettino mancava proprio quella del mobbizzatore, nonchè compagno di scrivania. Lui, l'idiota, è un centauro e lei, P. quando nella cronaca di Milano legge di qualcuno che si è schiantato in moto, ancora adesso, dopo tanti anni non riesce a sopprimere quella terribile, indicibile speranza mista a stronzaggine che me la rende cosi' simpatica e umana.



permalink | inviato da il 29/12/2004 alle 12:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia settembre       
il mio profilo
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca